Madri in difficoltà: a Piacenza una nuova struttura protetta

04 Gennaio 2013


A giorni l’associazione “La Ricerca” aprirà una nuova struttura per accogliere madri (con i propri figli) che stanno attraversando un grave momento di difficoltà. In questo modo la trentennale onlus piacentina intende rispondere ad un bisogno che è diventato emergente anche sul nostro territorio: quello di dare sostegno a donne che vivono in condizioni di massima fragilità personale e familiare, sovente vittime di maltrattamento, giovani madri che hanno la forte necessità di essere sostenute anche per sviluppare o rinforzare capacità relazionali e autonomia personale.
La realizzazione del luogo protetto, unico nel suo genere nella nostra provincia, è resa possibile nell’immediato grazie all’aiuto di Enel Cuore, la onlus con cui Enel sostiene iniziative benefiche e di solidarietà in Italia e all’estero. Martedì prossimo, 8 gennaio, alle 14,30, presso il Punto Enel di via Calciati 11, l’associazione piacentina riceverà infatti la somma di 25mila euro, che si è aggiudicata nell’ambito dell’iniziativa “Nel Cuore del Punto Enel” (che ha destinato complessivamente 200.000 euro su tutto il territorio nazionale per otto progetti di solidarietà, proposti da Onlus o da organizzazioni no-profit, e individuati dai Punti Enel del territorio nazionale che quest’anno si sono distinti per gli importanti obiettivi raggiunti. Fra questi il Punto Enel di via Calciati, la cui scelta è ricaduta sul progetto de “La Ricerca” a favore di madri in difficoltà). La nuova struttura aprirà nei prossimi giorni presso il complesso che già ospita la comunità “Luna Stellata”, uno dei centri di accoglienza dell’associazione “La Ricerca”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà