Mazzini, aule gelate alla riapertura: molti bimbi rimandati a casa

07 Gennaio 2013

La preside Paola Vincenti

Freddo e gelo. È l’accoglienza riservata lunedí mattina ai piccoli frequentatori della scuola Mazzini. “Un guasto notturno al riscaldamento”, spiega la dirigente scolastica Paola Vincenti. “Le insegnanti – aggiunge – hanno subito informato i genitori delle temperature rigide, buona parte dei bambini della materna sono stati riportati a casa. A chi non poteva abbiamo comunque garantito il servizio tenendo i bimbi coperti e rendendo disponibile ad ospitarli la sede dell’Alberoni”. Nel frattempo il Comune ha riattivato il riscaldamento e le aule ora sono meno fredde. “Dovevo fare qualche commissione, ho lasciato mio figlio un’oretta all’asilo e sono venuto a riprenderlo subito per paura si ammalasse”, spiega un papà all’uscita. “Ora si sta meglio – conferma – ma questa mattina si congelava”. Del resto i locali erano chiusi e quindi non riscaldati da circa due settimane per le festività natalizie, ragione che ha reso ancora più pesante il disagio.

La scuola Mazzini

© Copyright 2021 Editoriale Libertà