Carcere: lite tra detenuti, due all’ospedale. I sindacati chiedono un’audizione in giunta

10 Gennaio 2013

Lite questa mattina tra due detenuti del carcere delle Novate. I due, rimasti feriti, hanno dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso. Le loro condizioni non sono preoccupanti. Intanto i lavori proseguono a pieno ritmo, per la seconda metà del 2013 il padiglione-bis del carcere delle Novate potrebbe essere operativo. Volgono al termine quasi due anni di cantiere iniziati con la posa della prima pietra che risale al marzo 2011 con l’allora ministro Angelino Alfano. Ad annunciare l’imminente realizzazione è Gennaro Narducci, segretario dell’Ugl penitenziaria, che però interviene anche su tutte le problematiche legate al carcere. All’indomani della condanna della Corte Europea per il sovraffollamento, oggi sono più che altro le carenze strutturali a preoccupare i sindacati, perché se è vero che i detenuti sono 315 a fronte di un limite fissato a 250, è vero anche che il problema del sovraffollamento è migliorato negli ultimi tempi.

Per ottimizzare la struttura Narducci chiede invece un incontro con le istituzioni. In particolare propone un’audizione alla Giunta per fotografare la situazione e spingere Roma a intervenire.

Preoccupa anche il nuovo padiglione. Due i principali interrogativi al riguardo: “Cosa si intende fare dei nuovi spazi pensati per 250 detenuti? Resteranno aperti anche i locali in funzione oggi?”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà