Piacenza

Dai funerali alle rapine: in manette con lo zio per la rapina alla Montepaschi

15 gennaio 2013

 

Uno dei rapinatori in azione a Piacenza

La squadra Mobile di Piacenza è risalita agli autori della rapina alla Banca Montepaschi di via IV Novembre del giugno scorso: gli uomini della questura hanno notificato una ordinanza di arresto a due milanesi, che si trovavano già in carcere per reati analoghi. Alla coppia sono contestati colpi in tutto il nord Italia: otto in tre mesi. A Piacenza hanno preso d’assalto due volte nell’arco di dieci giorni (9 e 19 giugno) la Banca Monte dei Paschi di Siena di via IV Novembre, fallendo nella prima circostanza e riuscendo ad arraffare un bottino di oltre 8mila euro nella seconda rapina. La loro individuazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione con le altre forze di polizia, in particolare con quelle di Torino. Si è così riusciti a risalire a I.L., 26 anni, ex dipendente di un’impresa di pompe funebri, incensurato e residente nell’hinterland milanese. Agiva insieme allo zio pluripregiudicato di 47 anni. Entrambi erano finiti in manette a luglio per un altro colpo in provincia di Lodi, dove sono detenuti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE