Studente piacentino vince la borsa di studio del Consorzio Aceto Balsamico di Modena

17 Gennaio 2013

È un ragazzo piacentino uno dei tre allievi della Scuola Alberghiera e di Ristorazione di Serramazzoni (Modena) che hanno vinto le borse di studio messe in palio dal Consorzio Aceto Balsamico di Modena. Si chiama Filippo Marchesi, abita a Seminò di Ziano Piacentino e ha appena compiuto 18 anni. Si è aggiudicato una borsa di studio da 700 euro grazie a uno chateau di foie-gras d’oca sfumato alla slivovitz (acquavite slovena) con insalatina leggera alle fragole e Aceto Balsamico di Modena Igp. Marchesi ha prima presentato il piatto, illustrando le caratteristiche anche culturali degli ingredienti, poi lo ha preparato alla lampada per la degustazione. Le modalità della presentazione e preparazione hanno convinto la giuria a indicarlo tra i vincitori del concorso, organizzato per valorizzare l’Aceto Balsamico di Modena Igp. Prima di proseguire gli studi a Serramazzoni, Filippo Marchesi ha frequentato il biennio formativo allo Ial di Piacenza. Durante il primo anno ha fatto uno stage al ristorante Avila di Gazzola, mentre l’anno successivo è stato accolto dalla nota ristoratrice Isa Mazzocchi, titolare del ristorante La Palta di Bilegno – Borgonovo Val Tidone. Dalla passione per la cucina è passato alla specializzazione di sala-bar, che sta conseguendo alla Scuola Alberghiera di Serramazzoni. Appassionato di pesca e motocross, Filippo Marchesi suona il sax in una band e aiuta la madre nell’attività vitivinicola di famiglia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà