“Accomodatevi”: anziana accoglie due finte dipendenti dell’Ausl. Spariti soldi e oro

18 Gennaio 2013

Truffa ai danni di una 76enne piacentina residente in via Abbondanza. Alla sua porta ieri mattina hanno bussato due signore che, qualificandosi come dipendenti dell’Ausl, le hanno chiesto insistentemente di poter controllare il suo tesserino sanitario. La donna le ha invitate ad accomodarsi in casa, una volta dentro, una delle due truffatrici l’ha distratta mentre l’altra le ha fatto sparire soldi e monili in oro. La polizia ha avviato le indagini del caso e invita ancora una volta gli anziani e le persone sole a prestare la massima attenzione. Nessun tecnico o dipendente di qualsiasi ente o istituzione è autorizzato ad effettuare controlli a domicilio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà