Diritto ed igiene degli alimenti, 20 incontri su etichettatura e frodi alimentari

21 Gennaio 2013

 

Il settore agroalimentare rappresenta uno dei punti di forza del sistema imprenditoriale piacentino, per la capacità di offrire prodotti la cui filiera produttiva è interamente controllata e certificata. La più recente normativa, quasi tutta di derivazione europea, che disciplina la commercializzazione degli alimenti, introduce però rilevanti novità in tema di etichettatura, di sistemi di allerta e di repressione delle frodi alimentari, che impongono un adattamento rispetto alle prassi operative sino a qui osservate. Nella prospettiva di mettere gli operatori del nostro territorio nella condizione di garantire un’immediata applicazione delle normative di legge, la sede piacentina dell’Università Cattolica ha organizzato, a partire dal prossimo 8 febbraio, un corso in “Diritto ed igiene degli alimenti” che, nell’arco di venti incontri, tenuti nelle giornate di venerdì pomeriggio e sabato mattina, intende analizzare sia gli aspetti tecnici che quelli giuridici.

Il corso si rivolge, quindi, sia agli operatori della piccola e media impresa, dei consorzi e della filiera di distribuzione, sia agli addetti agli uffici amministrativi delle istituzioni chiamate a garantire la corretta applicazione delle leggi.

“Questo incontro fra professionalità diverse – ha dichiarato il prof. Morelli, preside della facoltà di Agraria e membro del comitato promotore – costituisce un punto di forza del corso, che non ha eguali in Italia.”

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 gennaio. Per informazioni rivolgersi a Servizio Formazione Permanente Tel. 0523/599194 Fax 0523/599195 [email protected]

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà