Crollo intonaco al Cassinari: venerdì i lavori di messa in sicurezza

23 Gennaio 2013

Nella foto il momento dell’esame visivo dell’intonaco, subito dopo la rimozione delle chiazze instabili.

AGGIORNAMENTO DELLE 19.10 – Inizieranno venerdì i lavori di messa in sicurezza dell’area del liceo Cassinari che ha subito nella giornata di ieri il crollo di una porzione di intonaco al primo piano dell’edificio. E’ questo – come ha annunciato l’assessore provinciale all’Edilizia Sergio Bursi – l’esito del sopralluogo che ha impegnato questo pomeriggio la proprietà dell’edificio – ossia il Seminario Vescovile – , la Provincia di Piacenza, che ha in locazione la struttura, e la ditta responsabile dei lavori. Il crollo, così come è stato accertato, riguarda una porzione di intonaci rimaneggiati all’inizio degli anni Settanta.

La Provincia, che ha inteso condividere l’intervento insieme alla proprietà a tutela dell’utenza e del proprio interesse in qualità di “inquilino”, ha in locazione, secondo il vigente contratto valido fino al 2015, l’edificio scolastico che ospita il liceo Cassinari. “La manutenzione straordinaria richiesta dal crollo dell’intonaco al primo piano della scuola – ha sottolineato l’assessore Bursi – è di esclusiva competenza del Seminario Vescovile, proprietario dell’immobile, così come stabilito dal codice civile e dal contratto di locazione in corso”.

“La proprietà – ha spiegato Davide Marchi del settore Viabilità, edilizia e Infrastrutture della Provincia di Piacenza – ha deciso di intervenire immediatamente con l’asportazione delle parti lesionate e con la messa in sicurezza dell’area tramite il rifacimento della porzione di soffitto colpita dal crollo dell’intonaco. Contemporaneamente all’intervento, che prenderà avvio venerdì, partirà, secondo quanto deciso dalla proprietà, la verifica complessiva delle condizioni del soffitto delle aule posizionate nella porzione di piano interessata dalla lesione. Rimarrà in vigore fino alla fine dei lavori il provvedimento di evacuazione delle due aule e del corridoio al primo piano e dell’aula corrispondente alla parte lesa al secondo piano dell’edificio”.

“Si ricorda – ha aggiunto Bursi – che la Provincia, come stabilito nel contratto di locazione, ha provveduto a realizzare nel periodo compreso tra il 2006 e il 2009 interventi per un importo complessivo di oltre 611mila euro. In particolare negli ultimi anni l’ente di corso Garibaldi ha provveduto al rifacimento del nuovo impianto anti-incendio, all’adeguamento dell’impianto elettrico, alla realizzazione del nuovo ascensore e della scala di sicurezza e, infine, al miglioramento dell’accessibilità all’edificio per gli utenti disabili”.
Un ulteriore sopralluogo è in programma per la giornata di lunedì.

NOTIZIA DI 22 GENNAIO
Cassinari: calcinacci dal soffitto, chiuse due aule
Crolla l’intonaco in due aule del liceo artistico Cassinari poco prima dell’inizio delle lezioni. E’ successo stamattina in un’ala dell’edificio centrale di proprietà del Seminario Arcivescovile di via Scalabrini a Piacenza, dove si è verificato un distacco dell’intonaco del soffitto. Lo spazio è stato immediatamente chiuso e inibito all’accesso. E’ stata informata l’Amministrazione provinciale  come responsabile della manutenzione e gestione degli edifici scolastici superiori, anche se in questo caso si tratta di manutenzione straordinaria a carico quindi del Seminario Arcivescovile che si  prenderà carico della risistemazione.

Si tratta di un intervento straordinario. Attualmente sono in corso altri due cantieri: al Colombini dove si lavora alle facciate rivolte su via Maddalena e dove è già stata ultimata la scalinata di ingresso per un costo complessivo di 85mila euro e a Castelsangiovanni dove viene realizzato un nuovo edificio all’interno del polo superiore. Sarà pronto per l’inizio del prossimo anno scolastico, l’importo è di 2 milioni e 300mila euro.

Già appaltati e quindi con inizio imminente anche i lavori per la nuova palestra di Fiorenzuola, che costerà 1 milione e 600 mila euro e per il rifacimento e la delocalizzazione di una concimaia e di una vasca di raccolta annessa al Raineri Marcora di Piacenza, opera dal costo di 120 mila euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà