Insigniti della medaglia d’onore i deportati piacentini nei lager nazisti

29 Gennaio 2013

Il prefetto Antonino Puglisi ha consegnato le medaglie d’onore concesse ai piacentini che sono stati deportati nei lager nazisti e costretti ai lavori forzati nel corso della II Guerra mondiale. Per Mario Cristalli, Elio Nicollini e Pietro Rapaccioli è stata l’occasione per ricordare quei terribili momenti: “E’ stata molto dura – hanno detto – un’esperienza tremenda, che non si può dimenticare. Lavoravamo anche 15-16 ore al giorno, noi italiani eravamo trattati ancora peggio degli altri perché considerati traditori dai tedeschi”. Commossi anche i familiari di Attilio Bonatti e Antonio Cattivelli, due deportati piacentini scomparsi, che hanno ricevuto la medaglia d’onore alla memoria.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà