Piacenza Solidale: 93 tonnellate di alimentari in scadenza donati nel 2012

29 Gennaio 2013

Sono 93 le tonnellate tra latticini, salume, verdure, carne e prodotti secchi raccolti nel 2012. Si tratta di articoli con la scadenza imminente che attraverso la rete di Piacenza Solidale sono stati ritirati dalla vendita in sette supermercati di Piacenza e provincia e immediatamente distribuiti agli enti no profit, in particolare alla Caritas che da qualche mese coordina tutte le operazioni e che nel 2011 ha servito 26 mila pasti alle mense di carità e aiutato con le borse viveri 500 famiglie. Il circuito è quello di Piacenza Solidale e vede protagonisti enti pubblici e privati, come Comune, Provincia e Rotary Piacenza. I vantaggi sono su più fronti: il progetto, operativo da circa quattro anni, consente di non sprecare alimentari ancora di qualità che altrimenti verrebbero distrutti. A breve i soggetti coinvolti si riuniranno per fare il punto della situazione: già confermata per maggio una giornata di raccolta viveri presso la cittadinanza all’esterno di alcuni centri commerciali. L’obiettivo di Piacenza Solidale è proprio quello di accrescere le adesioni da parte dei supermercati per far fronte all’aumento delle richieste dettato dalla crisi economica.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà