I tassisti al Comune: “Nuove rotatorie e aiuti per l’acquisto di auto ecologiche”

30 Gennaio 2013

Taxi a Piacenza

Come migliorare il servizio taxi a Piacenza? Gli operatori iscritti alla Cotapi lo spiegano all’amministrazione comunale, lanciando una serie di proposte già sottoposte agli assessori Katia Tarasconi e Francesco Cacciatore. Primo tema, le tariffe, con la richiesta di un adeguamento dei prezzi fermi al marzo 2010: circa 10 centesimi di euro al chilometro in più. Ma ci sono anche argomenti più strutturali, come  la costruzione di una pensilina a copertura del posteggio taxi in via Taverna e la sistemazione di quella della stazione. “In materia di viabilità – aggiungono i tassisti piacentini – ribadiamo di preferire la scelta delle rotatorie agli incroci regolati da semafori, per una migliore fluidità del traffico e per questo proponiamo la realizzazione di rotonde e di conseguenza l’eliminazione degli impianti semaforici presenti in via Manfredi da Piazzale Medaglie d’Oro fino alla Galleana, su tutto viale Martiri della Resistenza, così come all’incrocio tra via XXIV Maggio e via della Raffalda e tra via dell’Anselma e via Emilia Parmense. La maggiore fluidità del traffico è un vantaggio, fra l’altro, soprattutto per la clientela. Chiediamo inoltre all’amministrazione di mettere a bilancio sovvenzioni da destinare a coloro che acquisteranno taxi ecologici (auto elettriche o ibride), nell’ottica di un servizio pubblico sempre meno inquinante a vantaggio dell’ambiente”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà