Cortemaggiore: sequestrati 60 grammi di cocaina, due fratelli in manette

04 Febbraio 2013


Il continuo andirivieni di persone dalla casa di due giovani fratelli albanesi aveva insospettito le forze dell’ordine che due giorni fa sono passate all’azione; i militari si sono appostati nei pressi dell’abitazione di Cortemaggiore e hanno bloccato un ragazzo che si era appena “rifornito” di 1 grammo di stupefacente dalla coppia di spacciatori, acquistato al prezzo di 100 euro.
I carabinieri di Fiorenzuola hanno deciso di entrare nell’appartamento dei due fratelli, di 26 e 35 anni, in cucina, nascosta in un barattolo di riso, hanno trovato 60 grammi di cocaina purissima in pietra che, una volta tagliata, avrebbe prodotto circa 250 dosi di stupefacente.
Il 26enne aveva in tasca 2400 euro in contanti, probabilmente soldi guadagnati grazie all’attività illecita che, secondo il capitano della compagnia dei carabinieri di Fiorenzuola, Emanuele Leuzzi, poteva contare su un giro di oltre 20 clienti, provenienti da tutta la provincia. Nell’abitazione i carabinieri hanno rinvenuto anche un bilancino di precisione e un tirapugni; i due albanesi sono stati arrestati con l’accusa di spaccio di stupefacenti e detenzione abusiva di oggetti atti ad offendere.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà