Pavia, piacentina trovata morta in un bagno dell’ospedale San Matteo

6 febbraio 2013

Una piacentina di 35 anni, ospite in una comunità di recupero per tossicodipendenti e momentaneamente ricoverata all’ospedale San Matteo di Pavia, si sarebbe iniettata un potente anestetico che avrebbe trovato all’interno del nosocomio. Un’iniezione che non le ha lasciato scampo. La donna è stata scoperta dal personale dell’ospedale, ma ogni soccorso è stato inutile. La procura della Repubblica di Pavia ha aperto un fascicolo sul decesso e disposto l’autopsia sulla salma. Oltre a cercare di sapere con esattezza le cause della morte, il pubblico ministero vuole chiarire dove e come la 35enne si sia procurata la sostanza che le è costata la vita.

20130206-064120.jpg

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE