Furto di rame alla Paver, Parenti: “Un danno da 300mila euro”

08 Febbraio 2013

E’ un’atmosfera surreale quella che si respira alla Paver di Borgotrebbia.
Alle quattro di un pomeriggio lavorativo domina il silenzio. Lo stabilimento che produce prefabbricati in calcestruzzo è fermo dalla mattinata di ieri. L’altra notte una banda, probabilmente specializzata, ha rubato quasi dieci chilometri di cavi elettrici. Il risultato è che gli impianti sono bloccati, lo stabilimento è fermo e 80 dipendenti sono in cassa integrazione per 15 giorni, il tempo necessario per ripristinare la produzione.
L’ingegner Giuseppe Parenti, titolare dell’azienda si è detto choccato dall’accaduto. L’incursione della banda di malviventi ha provocato un danno da 300mila euro se si considera il valore materiale del rame e quello della produzione bloccata per 15 giorni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà