Adunata alpini, l’appello: “Piacentini esponete il tricolore”

11 Febbraio 2013

Mancano esattamente tre mesi all’Adunata nazionale degli alpini in programma a Piacenza dal 10 al 12 maggio 2013. Proseguono a ritmo serrato gli incontri del COA, il comitato organizzatore dell’adunata che questa mattina si è radunato alla sede del Collegio dei geometri in via Farnsiana, una cinquantina gli esponenti dell’Ana, delle istituzioni e delle associazioni piacentine che hanno partecipato all’assemblea. Al momento le adesioni sono 70mila e questa mattina sono stati definiti 5 nuovi punti tappa in cui i visitatori potranno trovare informazioni sull’evento, saranno collocati alle uscite autostradali, in via Emilia Parmense e via Emilia Pavese. Oggi è stata presentata anche la medaglia ufficiale della manifestazione. Continua la messa a punto dei dettagli degli eventi collaterali denominati “Aspettando l’adunata”, il primo è in programma il 9 marzo: si tratta del concerto dei cori ANA piacentini, per l’occasione arriverà un presentatore alpino d’eccezione: il popolarissimo telecronista Bruno Pizzul, friulano doc. Il 10 maggio si svolgerà al Politeama un altro concerto per il 50esimo anniversario della tragedia del Vajont. Bruno Plucani, presidente provinciale dell’Ana Piacenza, rassicura i piacentini preoccupati per l’invasione di penne nere: “E’ previsto l’arrivo di 500mila alpini durante la settimana dell’adunata. I luoghi di accoglienza sono stati già definiti e anche la vicina Parma fornirà un prezioso supporto di strutture alberghiere”. L’appello ai piacentini da parte dell’Ana è quello di esporre un tricolore in ogni abitazione come segnale di partecipazione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà