Neve: febbraio da record. Nozze suggestive a Vigoleno; riaprono le scuole

12 Febbraio 2013

AGGIORNAMENTO DELLE 16 – La neve non ha cambiato i programmi degli innamorati che hanno deciso di unirsi in matrimonio oggi nella chiesa di Vigoleno, con ricevimento nel castello. Lei di Fidenza, lui di Milano hanno scelto lo splendido borgo della Valdarda per fare da cornice al loro amore, ma la nevicata record di ieri ha rischiato di mandare a monte i loro piani. “Abbiamo chiesto l’aiuto del Comune perché avevamo paura che le auto, arrivate dal Milanese, potessero avere più di un problema nel salire lungo la strada che conduce al borgo” spiegano dal castello. Invece non ci sono stati particolari intoppi.

Ogni nevicata però ha il suo costo:  quello medio per un giro degli spartineve è di 6 mila euro. Per non dimenticare il costo delle buche sulle strade, che si creano, dopo le precipitazioni, complice lo spargimento del sale. Parla di automobilisti fuori strada e scuole chiuse il sindaco di Vernasca Gianluigi Molinari nel tracciare un bilancio molto preoccupante del fenomeno di ieri e dei costi che ricadranno sul comune. Paura anche per il rischio ghiaccio e per le infrastrutture già pericolanti del territorio, in particolare i timori riguardano la condizione del ponte di Marsaglia, lungo la statale 45, nei pressi della galleria di San Salvatore di Bobbio. Domani comunque riapriranno tutte le scuole del territorio.

AGGIORNAMENTO DELLE 11.50 – Trentuno centimetri di neve scesi nella giornata di ieri a Piacenza fanno del febbraio 2013 uno dei più nevosi della nostra storia. Il record spetta al 1875 e tra le annate più imbiancate c’è anche quella del 1909 quando in un giorno scesero ben 37 centimetri di coltre bianca. Ora però Piacenza sta per salutare le precipitazioni: deboli quelle previste oggi anche se le temperature resteranno rigide ancora per qualche giorno, sotto la media stagionale, registrando valori fino ai -6 gradi. Da venerdì il graduale aumento. Ieri sono stati numerosi i disagi, tanto che in dieci comuni le scuole non hanno aperto i battenti e anche il cavalcaferrovia è rimasto chiuso alcune ore del pomeriggio. Numerosi poi gli incidenti complice il manto scivoloso delle strade. I mezzi di Iren hanno circolato costantemente per renderle percorribili e per distribuire il sale sui marciapiedi. Questa mattina il fatto più grave è stato l’infortunio di Podenzano, dove un uomo è caduto dal tetto mentre spazzava la neve. Disagi in città infine per lo spegnimento del semaforo di via Martiri della Resistenza all’incrocio con via Ottolenghi e per un corto circuito al pozzo dell’acqua di via Damiani.

AGGIORNAMENTO DELLE 7 – Ha ricominciato a nevicare dalle prime ore di questa mattina. Da ieri, in città, sono caduti oltre 30 centimetri di neve, quasi mezzo metro nelle zone collinari. I mezzi spazzaneve stanno lavorando incessantemente per tenere pulite le strade.

NOTIZIA DI LUNEDI 11 FEBBRAIO
Neve, auto si ribalta in A21: 3 bimbi illesi. Oggi molte scuole chiuse

AGGIORNAMENTO DELLE 21.30 – Una vettura con a bordo una famiglia si è ribaltata a causa del fondo ghiacciato in autostrada, tra Piacenza e Castelsangiovanni. A bordo padre, madre e i tre piccoli figli: lo spavento è stato enorme, ma fortunatamente nessuno ha riportato ferite serie. Sul posto i mezzi delle 118 e dei vigili del fuoco di Piacenza.

AGGIORNAMENTO DELLE 19.30 – Continua a nevicare, in città sono già scesi 25 centimetri e in provincia oltre 40. In azione i mezzi spazzaneve. Intanto il cavalcaferrovia è stato riaperto al traffico. La circolazione sta subendo però importanti disagi, si sono formate lunghe code.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.15 – La polizia municipale di Piacenza ha deciso di chiudere in via precauzionale il cavalcaferrovia dietro la stazione: il fondo ghiacciato rendeva molto pericolosa la sua percorrenza.

AGGIORNAMENTO DELLE 17.20 – Non si ferma la nevicata che dall’alba sta interessando la nostra provincia e che durerà per tutta la notte, sino al mattino di domani. Proprio per questo, è già stata decretata la chiusura della scuole di Bettola, Pontedellolio, Travo, Gropparello, Castelvetro, Cadeo, Caorso, Agazzano, Farini, Vernasca e Alseno, molto probabilmente anche a Gazzola, Piozzano e in altri comuni che stanno decidendo in questi minuti. A Piacenza super-lavoro per la polizia municipale, che nel pomeriggio è stata chiamata per rilevare sei incidenti stradali. Scontro tra auto in via I Maggio, piazzale Milano, barriera Roma, via Corneliana e via Calciati, mentre una vettura che proveniva da via Roma ha divelto i colonnotti in piazzetta Santa Maria.
Continuano gli interventi di squadre e mezzi Iren Emilia per far fronte all’ondata di maltempo. Dalle 14.30 alle 17 sono entrate in attività le 74 lame spazzaneve per il trattamento della viabilità cittadina e delle frazioni. Nel corso della giornata è stato effettuato un ulteriore passaggio dei mezzi spargisale nei punti nevralgici per la circolazione veicolare: rotatorie, cavalcavia, sottopassaggi. Dalle 14.30 sono operative anche le squadre munite di bobcat per la pulizia dei marciapiede delle zone a maggior transito pedonale.
La Provincia informa che sono in corso le operazioni di sgombero della neve: al lavoro sulle arterie provinciali ci sono circa cento mezzi e il servizio agibilità invernale è in piena attività. In alta Valtrebbia la neve ha raggiunto quota 30 centimetri. Non si segnalano gravi situazioni di disagio e le strade risultano percorribili.

AGGIORNAMENTO DELLE 15.40 – Sono circa cento i trattori degli agricoltori della Coldiretti mobilitati per garantire la circolazione sulle strade, in particolare nelle aree rurali dove è fondamentale il trasporto dei prodotti alimentari deperibili e degli alimenti necessari agli animali nelle stalle. Lo fa sapere Coldiretti Piacenza in concomitanza con l’arrivo nel territorio regionale di Big Snow, la perturbazione carica di neve proveniente dal nord Atlantico. Il sindaco Paolo Dosi conferma che, nonostante il maltempo, le scuole nel territorio urbano resteranno aperte anche nella giornata di domani, martedì 12 febbraio. “Si tratta – ribadisce infatti il primo cittadino – di un servizio essenziale, che credo sia doveroso garantire. Colgo l’occasione, a questo proposito, per rinnovare a tutti i piacentini l’invito a utilizzare i mezzi pubblici per gli spostamenti quotidiani, ricordando che offrono maggiore sicurezza in queste condizioni atmosferiche e che, liberando per quanto possibile le strade dal traffico privato, si favorisce l’efficacia e la tempestività degli interventi dei mezzi antineve”.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.45 – A causa del maltempo, il Comitato organizzatore ha deciso che la seconda sfilata dei carri e dei gruppi della Zobia e la cerimonia di premiazione, inizialmente in programma stasera, sono state rinviate a domenica 17 febbraio a partire dalle ore 14,30. Mentre la Zobia della scuola primaria si terrà nella giornata di martedì 12 febbraio, dalle 10, nella palestra della scuola primaria.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.25 – Il sindaco di Agazzano Lino Cignatta ha decretato, per domani, la chiusura di tutte le scuole del paese. I comuni di Piozzano e Gazzola, stanno valutando la chiusura. Nel frattempo si sono verificati altri due incidenti fortunatamente lievi: si tratta di un tamponamento alla rotonda di via XXIV Maggio a Piacenza e di un’auto finita contro a un palo a Caratta.

AGGIORNAMENTO DELLE 11.45 – Anche un’auto dei carabinieri della stazione di Rivergaro è uscita di strada a causa della neve. La pattuglia stava svolgendo un servizio di controllo del territorio da Rivergaro a Gossolengo, quando a causa delle condizioni del manto stradale è uscita dalla carreggiata. Fortunatamente i militari non hanno riportato conseguenze.
Iren ha invece comunicato che, in considerazione dell’ordinanza emessa dalla Prefettura che istituisce per tutto il territorio provinciale il divieto di transito ai mezzi superiori a 7,5 tonnellate, potrebbero verificarsi ritardi nella raccolta dei rifiuti ed in particolare per quanto riguarda le raccolte domiciliari. I possibili disagi perdureranno fino alla cessazione del divieto di circolazione.
La stessa Iren ha spiegato che sono operativi dalle 24, in concomitanza con l’inizio delle precipitazioni nevose, 11 mezzi impegnati negli interventi di spandimento del sale su tutti i percorsi urbani, a partire dai punti nevralgici per la circolazione veicolare: rotatorie, cavalcavia, sottopassaggi. Sono allertate le 74 lame spazzaneve che entreranno in funzione qualora la coltre nevosa sulle strade dovesse raggiungere gli 8 centimetri. L’evolvere della situazione è costantemente monitorata dai tecnici Iren Emilia in servizio 24 ore su 24 per disporre tempestivamente gli eventuali interventi necessari.

AGGIORNAMENTO DELLE 10.30 – Per il momento sono limitati i disagi provocati dalla nevicata che dall’alba sta imbiancando tutta la nostra provincia. In montagna e alta collina, dove l’allerta era massima, non si registrano problemi alla viabilità e alle strutture pubbliche, tutte regolarmente aperte. Dieci centimetri sono caduti a Ottone e Zerba, la metà a Vernasca e Nibbiano. Il servizio Infrastrutture stradali e viabilità della Provincia ha informato che è entrato a pieno regime da questa mattina il servizio agibilità invernale e sono in corso le operazioni di sgombero della neve. Al momento le strade risultano percorribili. E’ prevista un’intensificazione delle precipitazioni nel primo pomeriggio di oggi.

AGGIORNAMENTO DELLE 9.05 – Il fondo scivoloso delle strade ha probabilmente causato diversi incidenti tra le 7 e le 9 di questa mattina: il primo sulla Agazzana dove un’auto è uscita di strada. Due persone sono rimaste ferite in modo lieve, il traffico tra Piacenza e Gossolengo ha subito rallentamenti. Auto fuori strada anche in via Torre della Razza, mentre un pedone è caduto in via Corneliana. Le condizioni dei coinvolti non sono preoccupanti.

AGGIORNAMENTO DELLE 7.00 – Come previsto, nella tarda serata di ieri la neve ha cominciato a imbiancare il piacentino, ma le precipitazioni per il momento sono state deboli, tanto che la circolazione sulle strade non ha subito disagi. Per la giornata di oggi l’Anpas ha deciso lo stato di emergenza neve e il sindaco di Piacenza Paolo Dosi invita ad utilizzate i mezzi pubblici piuttosto che le auto private.

EMERGENZA NEVE PER LUNEDÌ– La Protezione civile è in preallarme. Anche a Piacenza e provincia sono attese temperature polari e abbondanti nevicate. Mentre il sindaco di Piacenza Paolo Dosi invita a usare i mezzi pubblici, la Coldiretti é pronta a far scendere “in strada” i trattori degli agricoltori. L’Anpas di Piacenza, con un comunicato, ha confermato lo stato di emergenza neve e preannuncia un servizio supplementare di gestione delle urgenze logistico-sanitarie con personale in pronta reperibilità nelle 14 sedi operative sul territorio piacentino.

Nella nota l’Anpas suggerisce di dotarsi di quantitativi minimi di sale per tenere libero l’accesso alla propria abitazione e ai garage. Consiglia a chi deve percorrere una rampa di tenerla sgombra da neve e cospargerla di sale (per tali scopi è utilizzabile il comune sale grosso da cucina). L’Anpas ricorda che in caso di neve e/o ghiaccio è obbligatorio per i frontisti rendere agibili i tratti di marciapiede, i passaggi pedonali e i passi carrabili davanti ai singoli edifici e negozi. Ribadisce di utilizzare preferibilmente i mezzi pubblici, lasciando a casa la propria auto e limitare gli spostamenti allo stretto necessario, compresi quelli pedonali e di non utilizzare mezzi a due ruote (biciclette, motorini, scooter). Infine suggerisce di non ammassare neve sulla pubblica via o in prossimità dei passaggi pedonali, è vietato e pericoloso

COMUNICAZIONE EMERGENZA NEVE DELLA PREFETTURA DI LODI

COMUNICAZIONE EMERGENZA NEVE DELLA PREFETTURA DI LODI – AGGIORNAMENTO

© Copyright 2021 Editoriale Libertà