Erogazione di contributi per l’assunzione di assistenti familiari

13 Febbraio 2013

Si potranno presentare a partire dal 15 febbraio – entro e non oltre il 30 marzo prossimo – le richieste di contributi per l’impiego o l’imminente assunzione di una figura dedita all’assistenza privata di persone non autosufficienti all’interno del proprio nucleo familiare.
L’Amministrazione comunale ha infatti predisposto un nuovo bando per il sostegno economico alle persone che necessitano di tale tipo di aiuto, rivolto ai cittadini residenti a Piacenza che contino, nella propria famiglia, la presenza di un congiunto invalido civile al 100%, o in possesso di certificazione di handicap grave o di dichiarazione di non autosufficienza da parte dell’Unità di valutazione multidisciplinare, che non percepisca l’assegno di cura. Altro requisito da rispettare è che l’indicatore Isee dell’assistito, estrapolato dal nucleo familiare convivente, non superi i 22.500 euro.
Possono inoltrare la propria domanda coloro che abbiano già assunto – o siano intenzionati a farlo – con un contratto di lavoro di almeno 20 ore settimanali, un’assistente familiare con attestato di frequenza a un percorso formativo specifico per badanti o un’esperienza documentabile (almeno trimestrale) in questo stesso ruolo. In alternativa all’assunzione vera e propria, si chiede l’impiego o l’intenzione di reperire, sempre per almeno 20 ore settimanali, personale in possesso dell’attestato di frequenza al percorso iniziale per assistenti familiari e badanti, anche se dipendente da aziende private.
Non può presentare la richiesta di partecipazione al bando – che ha anche l’obiettivo di favorire l’inserimento lavorativo regolare di queste figure professionali – chi avesse già fruito, per due semestri relativi a bandi precedenti, dell’incentivo, pari a 160 euro mensili per un massimo di sei mesi. Nell’elaborazione della graduatoria per l’assegnazione dei contributi, costituirà titolo di priorità l’aver assunto o avere intenzione di assumere l’assistente familiare avvalendosi dell’apposito elenco della Provincia, l’aver presentato domanda per l’erogazione dell’assegno di cura e la valutazione del valore Isee.
Per il testo completo del bando, il relativo modulo di domanda (entrambi scaricabili dal sito www.comune.piacenza.it) e ulteriori dettagli, occorre rivolgersi agli sportelli Informasociale di via Taverna 39 o via XXIV Maggio 26-28.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà