“Museo in un click”: esclusa la fotografia prima classificata. Era scaricata da internet

15 Febbraio 2013

L’immagine esclusa – Piacenza punta sull’arte

Dopo le segnalazioni arrivate a Libertà e Telelibertà su una presunta violazione delle norme del bando del concorso “Museo in un click” è stata fatta chiarezza sulla prima fotografia classificata “Piacenza punta sull’arte”. Nel giro di poche ore dalla pubblicazione delle foto vincitrici sul quotidiano Libertà e sui siti dei musei protagonisti del concorso – la Galleria Ricci Oddi, i Musei civici di Palazzo Farnese e il Museo di Storia Naturale – il popolo della rete ha individuato l’immagine della fiche utilizzata come base per costruire la foto Piacenza punta sull’arte e il sito internet dove essa compare e ha posto con forza la questione della sua originalità ed autenticità all’attenzione della giuria. Durante i suoi lavori, infatti, la giuria aveva constatato che la foto Piacenza punta sull’arte era il risultato di un fotomontaggio, cosa che, peraltro, le norme del bando di concorso non escludevano. Obiettivo del concorso era la promozione dei tre musei piacentini con fotografie che, nella libera interpretazione degli autori, fossero in grado di comunicarne in modo innovativo e efficace l’immagine.

Piacenza punta sull’arte era stata selezionata “per la forza comunicativa nella raffigurazione del soggetto prescelto e per la capacità di sapere pienamente interpretare lo spirito del concorso proponendo un’immagine metaforica che invita a scommettere sulla vocazione culturale di Piacenza”. Il fotomontaggio, cui hanno fatto ricorso anche altri partecipanti, era stato utilizzato per tradurre in immagine l’idea della scommessa sulla cultura. In tale operazione, così come in tutti gli altri casi in cui le foto scattate sono state presentate dagli autori in versioni rimaneggiate al computer, non è stata riscontrata alcuna scorrettezza. Ciò che la giuria non è stata in grado di cogliere in sede di giudizio, sono stati gli elementi per riconoscere nella fiche un’immagine pubblicata su un sito internet americano. Sulla base delle contestazioni e segnalazioni pervenute, la giuria ha dunque effettuato le opportune verifiche, per accertare il rispetto di tutte le condizioni di ammissione al concorso. L’art. 8 del bando infatti recita “Ogni partecipante dichiara di essere unico autore delle immagini inviate e che esse sono originali, inedite e non sono in corso di pubblicazione, che non ledono diritti di terzi.” Una richiesta di chiarimenti rivolta all’autore della foto Piacenza punta sull’arte ha consentito di accertare che effettivamente la fiche utilizzata per il fotomontaggio era stata scaricata da un sito internet.

La giuria, quindi, riunitasi lo scorso 6 febbraio, accertata la violazione dell’art. 8 del bando, ha escluso dal concorso “Museo in un click” la foto Piacenza punta sull’arte, in quanto non può ritenersi opera di unico autore, annullando l’assegnazione alla fotografia Piacenza punta sull’arte del 1° premio del concorso. Conseguentemente la giuria ha approvato la nuova classifica delle tre foto vincitrici, tenuto conto della graduatoria delle prime cinque foto selezionate durante la fase istruttoria:

  • 1° premio: Statua che guarda
  • 2° premio Lycaona
  • 3° premio: Prego, accomodatevi

Giovedì 21 febbraio, alle ore 16,00, nella sala “Giuseppe Sidoli” della Galleria si terrà la premiazione delle foto con la consegna delle tre macchine fotografiche in palio. A tutti l’invito a partecipare.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà