Borgotrebbia, la voce dei genitori: “La strada è insicura e pericolosa per i bambini”

20 Febbraio 2013

L’incidente mortale di ieri sera ha riacceso la polemica sulla sicurezza di via Trebbia, la strada principale della frazione piacentina di Borgotrebbia. I residenti della zona di via Trebbia non hanno dubbi: la strada è molto pericolosa e quando accompagnano figli e nipoti a scuola li tengono sempre per mano, per paura che le automobili possano travolgerli.

“Il marciapiede copre solo un piccolo tratto della via, dopodiché siamo costretti a proseguire sulla stretta carreggiata a doppio senso di circolazione, con tutti i pericoli che ne conseguono” riferiscono i genitori. A rendere la vita difficile agli abitanti è anche l’intenso traffico di veicoli che si concentra in via Trebbia e la velocità con cui le macchine sfrecciano giorno e notte davanti alle scuole e all’oratorio. “Questa via non è per niente sicura, a peggiorare la situazione ci pensano gli automobilisti che parcheggiano proprio sull’unico tratto di marciapiede a disposizione dei cittadini, costringendoci a passare con i bambini piccoli a lato della strada” hanno commentato alcune mamme infuriate.

Alcuni residenti della zona avevano segnalato all’amministrazione comunale l’alto tasso di pericolosità della strada chiedendo che fosse messa a senso unico e venisse realizzato un marciapiede. Il sindaco Paolo Dosi, interpellato sulla questione, ha risposto che l’amministrazione sta studiando alcune soluzioni per migliorare la sicurezza di via Trebbia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà