Tentato furto al salumificio: chiesti due anni per un 48enne

25 Febbraio 2013

Chiesti due anni per il foggiano di 48 anni fermato dai carabinieri alla guida di un furgone sospetto dopo un tentativo di furto messo a segno nel marzo dello scorso anno al Salumificio Valnure, a Lugherzano di Bettola. Il processo è in corso davanti al giudice Maurizio Boselli, pubblico ministero è Antonio Rubino. L’imputato è difeso dall’avvocato Antonio Luprana che ne ha chiesto l’assoluzione. L’allarme al salumificio era scattato intorno alle quattro del mattino. I malviventi avevano accumulato all’uscita mille coppe e 1.100 pancette, per un valore di circa 80mila euro. L’entrata in funzione dell’allarme li aveva costretti alla fuga. Il furgone era stato notato mentre si allontanava dai metronotte e dal titolare nei pressi della ditta. Una pattuglia da Pontenure accorreva verso Bettola, ad Albarola aveva incrociato l’automezzo che scendeva a tutta velocità. I carabinieri lo avevano bloccato al volante l’imputato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà