Camera di Commercio: aumentano gli aiuti alle imprese che depositano brevetti

27 Febbraio 2013

Si è rinnovato l’impegno della Camera di commercio a favore delle imprese piacentine che depositano brevetti nazionali, europei o internazionali. Lo stanziamento per il 2013 è stato incrementato di 10mila euro ed è arrivato a 40 mila euro.

“Nel 2012 avevamo messo a disposizione delle nostre imprese 30mila euro, che sono stati completamente assegnati entro il mese di novembre.” ha sottolineato il Presidente Giuseppe Parenti “Per questo la Giunta ha deciso di aumentare le risorse disponibili e dare un sostegno, piccolo ma reale, ad un numero maggiore di aziende. Confidiamo nel fatto che questo intervento spinga gli imprenditori ad utilizzare la brevettazione come strumento per proteggere l’innovazione che si costruisce giorno dopo giorno in azienda.”

Il contributo che può essere concesso è pari al 50% delle spese che l’impresa ha sostenuto per effettuare il deposito, con un limite massimo di 2.000 euro nel caso di brevetti nazionali che sale fino a 3.000 euro nel caso di brevetti europei o internazionali.

Le domande devono essere inviate in Camera di commercio sui modelli che sono stati predisposti dall’ufficio. Hanno diritto al contributo, a fondo perduto, le imprese che non abbiano subito protesti, che risultano in attività e che hanno sempre regolarmente versato il diritto annuale.

Il bando è rivolto alle sole imprese, rimarrà aperto fino al 31 dicembre. Tutto il materiale è disponibile sul sito della Camera di commercio, nella sezione dedicata ai contributi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà