Gropparello, chiesa gremita per i funerali dell’ex sindaco Mario Vincenti

06 Marzo 2013

La chiesa di Gropparello non riesce a contenere tutta la folla presente ai funerali dell’ex sindaco Mario Vincenti, tragicamente scomparso domenica durante un’escursione in montagna. La cerimonia si è aperta con la lettera del vescovo Ambrosio, che si è stretto intorno alla famiglia e alla comunità per la dolorosa perdita. I cittadini ricordano Vincenti come “un amministratore sempre disponibile, gentile ed attento”. Un collega e un amico unico, anche a detta dei tanti rappresentanti delle istituzioni politiche piacentine, presenti per dare l’ultimo saluto a Mario.

“Un distacco atroce e improvviso” ha detto nell’omelia don Ludovico Groppi, che celebra il funerale: “L’amore – ha affermato – è un sentimento in cui coesistono forza e debolezza ed è in virtù di quell’amore che si riesce a venirne fuori. L’importante è avere fede e riuscire a tenere viva la speranza della serenità che è la nostra forza”.

“È profondo il cordoglio di tutta la comunità che piange un padre e un marito esemplare, un politico competente, una persona sensibile che amava l’ambiente”. Il sindaco Ghittoni ricorda con queste parole Mario Vincenti, di fronte a una chiesa gremita: “Se ne va un uomo grande, è una perdita amara come si legge nei nostri volti solcati dalla lacrime. La sera è arrivata troppo presto, ma il raggio di sole che ha illuminato la vita di Mario è bastato a rendere immensa la gratitudine della sua gente”.
Ultima lettura la preghiera di chi ama la montagna, molto cara all’ex primo cittadino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà