Organizza una spedizione punitiva e per sviare le indagini denuncia il furto dell’auto

08 Marzo 2013

A Castelsangiovanni un tunisino di 32 anni organizza un spedizione punitiva a casa di un connazionale e poi finge che gli sia stata rubata l’auto. È accaduto alcuni giorni fa, l’uomo ha raggiunto Pieve Porto Morone assieme a tre complici dove ha pestato il conoscente. La mattina seguente l’aggressore, ha sporto denuncia presso la caserma dei carabinieri di Castelsangiovanni per il furto della sua auto con l’obiettivo di depistare le indagini. I carabinieri hanno collegato i due fatti e lo hanno denunciato. Con lui sono finiti nei guai anche gli altri tre complici. Gli aggressori e la vittima avevano precedenti per droga e reati contro il patrimonio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà