Cortemaggiore, il sindaco: “La fiera di primavera sarà per Nicola”

14 Marzo 2013

I commercianti, oggi pomeriggio, hanno esposto un piccolo manifesto, realizzato dal Comune, con scritto “Ciao Nicola, sei nei nostri cuori” per ricordare il ragazzo durante la fiera di paese, fuori dalle vetrine, lungo le strade. La classe terza dell’istituto alberghiero di Salsomaggiore, il Magnaghi, inoltre, ha fatto visita ai genitori di Nicola. “Ho portato i ragazzi a Cortemaggiore per dare una testimonianza di vicinanza, di solidarietà alla famiglia – commenta un professore di Nicola, Vincenzo Santoro -. Al mattino, in classe, gli alunni sono scoppiati a piangere, erano increduli, frastornati. Di solito in una scuola si sente chiacchierare e scherzare nei corridoi, oggi c’era un silenzio irreale. I ragazzi hanno cominciato a fare cartelloni per Nicola, a ritagliare i giornali, a scrivere sul suo banco. Nicola, anche oggi, era presente in classe”.

AGGIORNAMENTO DELLE 17.30 – Gli amici stanno raccogliendo alcune foto, forse la banda del paese dedicherà un concerto al suo “dj Zaffo”, il ragazzo di 16 anni appassionato di musica, che tutti in paese conoscevano e salutavano; quel che è sicuro è che la fiera di Primavera sarà una festa a lutto per tutti gli abitanti di Cortemaggiore e un modo per celebrare il ricordo di Nicola Zaffignani, la giovanissima vittima di un tragico incidente stradale avvenuto ieri sera alle porte del paese. “È stata una notizia scioccante per l’intera comunità – ha raccontato il sindaco Gabriele Girometta – tutti conoscono Nicola e la sua famiglia, gente sempre disposta a partecipare anche alle attività dell’amministrazione e che domani avrebbe allestito un banchetto per dare il suo contributo alla fiera, un evento che anche Nicola amava tantissimo”. “La manifestazione, si farà comunque anche se con un peso grave nel cuore; troveremo il modo per dedicarla proprio a Nicola e celebrare il suo ricordo” ha concluso il sindaco di Cortemaggiore. Il centro paese questa mattina era chiuso proprio per i preparativi della fiera, ma la saracinesca abbassata a lutto del negozio ortofrutticolo di proprietà della famiglia Zaffignani, è il simbolo di una tragedia che nessuno riesce a ignorare: “Quando me l’hanno detto non ci potevo credere – ha commentato una signora – lo vedevo sempre quando venivo sul mercato; chi è madre, come me, non può che rimanere scioccata di fronte alla morte di un ragazzo” . Gli amici hanno inondato la bacheca di Facebook di Nicola con i messaggi di cordoglio, qualcuno ha anche postato la foto del banco allestito dai compagni di classe che hanno dedicato un pensiero al loro coetaneo prematuramente scomparso. Sul fronte delle indagini dei carabinieri relative alla dinamica dell’incidente mortale, il conducente dell’auto coinvolta è indagato come da prassi per omicidio colposo, il 55enne di Cortemaggiore che era alla guida del veicolo è risultato negativo all’alcoltest. Domani è prevista l’autopsia sul corpo del 16enne.

AGGIORNAMENTO DELLE 7.30 – Cortemaggiore in lutto per la morte di Nicola. Gli amici: “Ci mancherai” – Sgomento e incredulità a Cortemaggiore per la tragica morte di Nicola Zaffignani, il ragazzino di soli 16 anni vittima di un incidente ieri sera alle 19.30. Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire la dinamica dello schianto: il giovane, in sella allo scooter, era in via Boni Brighenti, si stava lasciando alle spalle Cortemaggiore e stava viaggiando in direzione Fiorenzuola, probabilmente facendo ritorno a casa visto che abita non distante dall’oratorio, quando è finito contro la fiancata destra dell’auto furgonata, che era in procinto di svoltare. L’impatto è stato molto violento tanto che il finestrino della vettura è andato in frantumi ed è stato proprio il vetro rotto a provocare un profondo taglio al collo del giovane. I soccorsi sono stati tempestivi, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Accanto a lui fino all’ultimo è rimasto il fratello Alberto di 21 anni.

Cortemaggiore è ora sotto choc: la giovanissima vittima e i genitori sono molto conosciuti. La famiglia infatti è proprietaria di un negozio di ortofrutta in piazza. Nicola, “Zaffo” per gli amici, era un ragazzo che amava lo sport e la musica: giocava a calcio nella squadra allievi di Cortemaggiore, e durante le feste con i coetanei si divertiva a fare il dj. Studente all’istituto alberghiero di Salsomaggiore, in paese aveva tantissimi amici e spesso si fermava all’oratorio, davanti al quale nel drammatico incidente si è chiusa la sua breve vita.

GIOVEDI 14 MARZO: TRAGEDIA A CORTEMAGGIORE, MUORE IN SCOOTER NICOLA ZAFFIGNANI – Non ce l’ha fatta il ragazzo di soli 16 anni coinvolto nell’incidente tra il suo ciclomotore e un camioncino a Cortemaggiore. Troppo gravi le ferite riportate nello schianto, i soccorsi dei medici non sono stati sufficienti a salvargli la vita. Si chiamava Nicola Zaffignani e la sua famiglia è molto conosciuta in paese. Disperato l’uomo di 55 anni alla guida della vettura furgonata, anch’egli di Cortemaggiore. Carabinieri e polizia stradale hanno immediatamente avviato gli accertamenti per capire l’esatta dinamica dell’accaduto.

NOTIZIA DELLE 19.30 – Incidente a Cortemaggiore tra uno scooter e un camioncino, proprio di fronte all’oratorio: ad avere la peggio sembra essere stato il giovane alla guida del ciclomotore, che avrebbe riportato un profondo taglio alla gola e la frattura di una gamba. Sul posto per i primi soccorsi l’ambulanza da Fiorenzuola e i carabinieri del paese per i rilievi. Le sue condizioni sarebbero gravissime, è ricoverato all’ospedale di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà