Boom sfratti: ogni mese 30 famiglie piacentine perdono la casa

27 Marzo 2013

La crisi economica non risparmia nessuno e a farne le spese sono soprattutto le famiglie, anche quelle di ceto medio che vedono svanire il sogno di una vita. La casa acquistata con tanti sacrifici e a cui molti hanno dovuto rinunciare. Oppure inquilini costretti a lasciare l’appartamento dove magari hanno vissuto una vita. Gli sfratti nel 2013 sono aumentati infatti del 50% nella nostra città. Nei primi tre mesi del 2012 erano state 64 le richieste pervenute al Tribunale di Piacenza mentre tra gennaio e marzo di quest’anno il numero è salito a 94 con un aumento del 48%. L’impennata si è registrata questo mese, ancora non concluso, dove gli sfratti e i pignoramenti sono passati, da un anno all’altro, da 21 a 37. L’ufficiale giudiziario del Tribunale di Piacenza Sergio Tranquilli parla di una situazione tragica e allarmante. I proprietari non sono riusciti a pagare le rate del mutuo o a restituire i prestiti per cui avevano dato garanzie fideiussorie alle banche. Poi c’è chi non è più in grado di pagare le spese straordinarie come, ad esempio, il rifacimento del tetto del condominio e così deve rinunciare a tutta la casa. Infine gli inquilini che non riescono a sbarcare il lunario e non hanno più i soldi per pagare l’affitto e si ritrovano in mezzo alla strada.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà