“Stuprata in Trebbia”, a giudizio due cremonesi accusati di violenza sessuale

02 Aprile 2013

Una giovane ha denunciato di essere stata violentata sulle rive del Trebbia nella zona di Cortebrugnatella. La vicenda risale all’agosto del 2011 e, dopo una serie di accertamenti dei carabinieri, sono stati rinviati a giudizio due uomini residenti a Cremona. Entrambi negano le accuse. Il fatto sarebbe avvenuto dopo che un gruppo di giovani del Cremonese aveva raggiunto la zona di Cortebrugnatella per una grigliata.  Durante la notte la ragazza sarebbe stata violentata. Successivamente la ragazza si era fatta visitare in ospedale e aveva sporto denuncia ai carabinieri. Le indagini avevano portato i militari ad individuare i due uomini che sono stati successivamente rinviati a giudizio dal gip di Piacenza. Oggi si è aperto il processo nei loro confronti: devono rispondere di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo. Dopo una serie di eccezioni dei difensori (tutte respinte dal collegio giudicate presieduto da Italo Ghitti) l’udienza è stata rinviata per l’audizione dei primi testimoni dell’accusa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà