Malo di Borgonovo: piccolo spiraglio sulla competitività dell’azienda

11 Aprile 2013


Un piccolo spiraglio si apre nella vicenda della Malo di Borgonovo. L’azienda, che ha annunciato la chiusura dei due stabilimenti piacentini, avrebbe dato l’ok ai sindacati di procedere all’analisi della capacità competitiva.
“Vogliamo dimostrare che l’azienda può ancora andare avanti” –  ha spiegato Floriano Zorzella (Filctem Cgil) – oggi a Firenze assieme ad altri sindacalisti per incontrare la proprietà e discutere del futuro dei 59 dipendenti rappresentati soprattutto da donne. “Il nostro obiettivo – prosegue il sindacalista – è quello di tenere aperti i siti produttivi senza svuotarli di contenuto salvaguardando i posti di lavoro”. Nei prossimi giorni si terrà un altro incontro a Piacenza.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà