Il questore: “Fiducia nei magistrati, la nostra attività prosegue”

15 Aprile 2013

Il questore Calogero Germanà

E’ il giorno più nero da quando è questore a Piacenza, ma decide comunque di metterci la faccia e di rassicurare i piacentini. Calogero Germanà non ha problemi a commentare l’arresto di sei agenti per questioni di droga e prostituzione: “Siamo molto dispiaciuti, umanamente mi sento disarmato, ma dal punto di vista dell’operatività questo episodio non ferma di certo la nostra attività. Abbiamo collaborato nel corso delle indagini, le istituzioni sono compatte, ci auspichiamo che si arrivi a una definizione della questione nel più breve tempo possibile. Abbiamo massima fiducia nella Magistratura”. La squadra Mobile è stata colpita in molti suoi uomini: “La sezione Narcotici deve essere ricostituita – chiarisce il questore – e ci siamo già attivati, assieme al ministero. L’attività di contrasto e di prevenzione dello spaccio di stupefacenti prosegue, sempre nel rispetto della legge. I piacentini devono stare tranquilli, questa operazione dimostra che se qualcuno sbaglia viene fermato, fermo restando che sarà la Magistratura ad accertare tutte le eventuali responsabilità”. La questura di Piacenza ha inoltre avviato una indagine interna: “Vogliamo fare le nostre verifiche e siamo ancora più stimolati a tenere sotto controllo le azioni dei nostri uomini. Io non mi sarei mai aspettato qualcosa del genere, gli errori dei singoli ci possono stare e saranno valutati da chi di dovere. Ma la squadra è e resta compatta, la polizia come istituzione non verrà mai meno ai propri doveri”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà