Sogin: 1.500 posti di lavoro per la bonifica della Centrale di Caorso

17 Aprile 2013

E’ iniziato lo smantellamento della centrale di Caorso

Le attività di decomissioning delle vecchie centrali nucleari italiane produrranno complessivamente, nei prossimi 15-20 anni, 12mila nuovi occupati nell’indotto diretto, circa 1.500 dei quali a Caorso (il dato si riferisce ancora all’indotto diretto). È quanto stima Sogin, la società di Stato responsabile della bonifica ambientale dei siti nucleari italiani: le risorse complessive annunciate dal gruppo sono pari a 6,5 miliardi di euro per completare la bonifica ambientale delle quattro centrali nucleari italiane e dei quattro impianti del ciclo del combustibile, oltre alla realizzazione del Parco Tecnologico, comprensivo del Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi. All’interno del pacchetto, più di un miliardo e mezzo di euro sarà destinato alle sole attività di smantellamento. Per quanto riguarda i risultati della società, nel biennio 2011-2012 il volume delle attività relative allo smantellamento fisico è cresciuto del 23 per cento.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà