A Ottone la prima benzina comunale. “Due mesi senza rifornimenti, ora facciamo noi”

22 Aprile 2013

Potrebbe essere a Ottone il primo distributore di benzina comunale della provincia di Piacenza. Sul modello di quanto già testato a Pollica in Campania e a Cortino e Pizzoferrato, in Abruzzo, farebbe scuola ad altri Comuni, stanchi del caro gasolio o dell’assenza di gestori nei territori di montagna. La società modenese proprietaria del distributore di Ottone ha già dato il suo ok al primo “benzinaio comunale”, inviando la modulistica per l’utilizzo dell’impianto. “Ancora una settimana per trovare un gestore per il distributore di carburante dopodiché annuncio ufficialmente che sarà il Comune ad assumersi l’onere della gestione – ha detto il sindaco Giovanni Piazza, lanciando un ultimatum -. Siamo senza benzina da due mesi: con il maltempo degli ultimi giorni, ci siamo dovuti dotare di una cisterna di carburante per evitare di lasciare a secco i mezzi della protezione civile. Il Comune non intende guadagnare un euro da questa attività, ma vuole metterla al servizio dei suoi cittadini, con tutte le garanzie che un ente pubblico può dare e a costo inferiore rispetto a quello di mercato”.

Il settore risente di una forte crisi, che ha fatto sentire i suoi effetti soprattutto nei territori ad alto tasso di spopolamento. “Negli ultimi cinque anni le vendite di carburante sono crollate del venticinque per cento anche a Piacenza” segnala Pierluigi Longeri (Figisc – Unione Commercianti).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà