Truffe a gommista e gioiellieri, due condanne

24 Aprile 2013

Accusati di aver messo a segno truffe ai danni di un gommista e di gioiellieri della città, tre imputati sono comparsi questa mattina davanti al giudice in tribunale. Le accuse erano quelle di truffe e ricettazione. Due degli accusati sono stati condannati a pene comprese fra i tre anni e i quattro mesi e i tre anni e dieci mesi di reclusione. Il terzo è stato invece assolto da ogni accusa. Uno dei due imputati condannati è stato riconosciuto colpevole di aver comprato gomme da un officina cittadina per settecento euro, pagando con un assegno di dubbia provenienza. E’ stato così riconosciuto colpevole di truffa e ricettazione. Il secondo degli imputati è invece stato riconosciuto colpevole solo di ricettazione. Fra i capi d’accusa anche l’acquisto di tre preziosi orologi  da un oreficeria cittadina, per un valore di oltre duecentomila euro, pagando con assegni di dubbia provenienza. Da questa accusa sono stati però tutti assolti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà