Prosegue la protesta contro la centralina di San Salvatore

28 Aprile 2013

20130428-181616.jpg

Stamattina una cinquantina di persone si è radunata lungo le rive del fiume per dire “No” al progetto presentato in Provincia alla fine dell’anno dall’ingegnere genovese Flavio Friburgo. L’iniziativa di sensibilizzazione doveva essere inserita nell’evento “Il richiamo del Trebbia”, rimandato a causa delle condizioni difficili del fiume. Ma nonostante il cambiamento di programma gli obiettivi del gruppo di ambientalisti che, insieme alle istituzioni, osteggia da mesi il progetto restano chiari. “Vogliamo far capire che il fiume non può essere in alcun modo minacciato dal progetto di centrale idroelettrica – dicono le associazioni di “Salviamo San Salvatore” -. Non possiamo neppure ipotizzare una montagna sventrata, con meandri allagati, espropri, scavi e tre estati di acque torbide come uno scarico di cantiere”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà