Tornado e Ferrari, 3.000 visitatori per l’evento benefico alla base di San Damiano

28 Aprile 2013

20130428-113735.jpg

È la Ferrari guidata in passato dal pluricampione del mondo Michael Shumacher l’attrazione principale della giornata benefica andata in scena all’aeroporto militare di San Damiano alla quale hanno potuto assistere 3.000 visitatori. In collaborazione con i Ferrari Club di Cernusco sul Naviglio, Caprino Bergamasco e Dei Laghi di Varese, il 50° Stormo ha organizzato un coinvolgente appuntamento all’insegna della solidarietà. Le attività prevedevano la presenza di un simulatore Ferrari, un simulatore Tornado, la mostra statica di velivoli Tornado ed equipaggiamento aeronautico. Particolarmente spettacolare la “gara” di Pit Stop che ha visto partecipare alcune squadre di 15 persone per cercare di effettuare nel minor tempo possibile un cambio gomme ad una macchina di Formula 1 all’interno di un box reale ricreato per l’occasione. In F1 l’operazione avviene in due secondi, i meccanici improvvisati ne hanno impiegati in media sei, un ottimo risultato. Alla base erano presenti numerose autovetture della famosa casa di Maranello. “È stato un evento emozionante in nome della solidarietà” ha commentato il comandante Gianpaolo Schiavo che è salito a bordo della Ferrari. I fondi raccolti saranno donati alla Parrocchia BVM di Fossoli di Carpi (MO) per la ricostruzione di una scuola dell’Infanzia colpita dal sisma del 20 maggio 2012.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà