Veglia in Duomo per Scalabrini: “Oltraggio inspiegabile, grande solidarietà”

02 Maggio 2013

20130502-210244.jpg

In Duomo si celebra dalle 21 la veglia di preghiera per il Beato Giovanni Battista Scalabrini per “riparare” all’oltraggio fatto all’urna lo scorso 11 aprile. Quel giorno dalla teca che contiene il corpo dell’apostolo degli emigranti sono state asportate alcune reliquie. Una profanazione che ha scosso la comunità cattolica piacentina che, guidata dal vescovo mons. Gianni Ambrosio, si è raccolta per pregare in Cattedrale. L’oltraggio è un gesto inspiegabile, secondo i partecipanti, a cui si sono uniti simbolicamente in preghiera fedeli in ogni parte del mondo, in segno di devozione al Beato: “Una comunione con fratelli e sorelle che vivono lontano da qui” ha ribadito il vescovo.
Monsignor Ambrosio ha poi ricordato l’intensità delle parole di Scalabrini: “Io sono qui per fare di tutto a tutti.” Infine il vescovo si è detto pieno di amarezza per la totale mancanza di rispetto da parte degli autori del gesto.

20130502-212124.jpg

© Copyright 2021 Editoriale Libertà