Fiorenzuola, la scuola di musica M. Mangia riconosciuta dalla Regione

10 Maggio 2013

La scuola comunale di musica M. Mangia, gestita dall’associazione Gualco Cataldo, è stata inserita per il secondo anno di fila nell’elenco delle scuole di musica riconosciute dalla regione Emilia-Romagna per l’anno scolastico 2013/2014. L’obiettivo è quello di valorizzarne l’attività e di fornire un utile strumento, a garanzia della qualità dell’offerta formativa, alle istituzioni scolastiche, agli operatori del settore, alle famiglie e a tutti i soggetti interessati.

Le scuole di musica in elenco, una novantina in tutta la Regione, potranno utilizzare il riconoscimento regionale con la seguente formulazione: “Scuola di musica riconosciuta per l’anno scolastico 2013/2014 con determinazione n. 4110 del 19.04.2013 della Responsabile del Servizio Istruzione della Regione Emilia-Romagna, di cui alla DGR n. 2254/2009 come modificata dalla DGR n. 2184/2010”

Per la provincia di Piacenza, oltre alla sucola comunale di musica M. Mangia, i riconoscimenti sono andati alla Milestone school of music di Piacenza e all’associazione musicale e culturale Crazy Sound di Podenzano.

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco Compiani e dall’assessore alla cultura Augusto Bottioni, che ha sottolineato “il rilancio della scuola comunale M. Mangia attraverso una offerta formativa ampia ed innovativa che spazia dalla musica classica a quella moderna, dalla riscoperta della musica tradizionale delle nostre valli alla valorizzazione della musica etnica di qualsiasi genere. La scuola – ha concluso l’assessore Bottioni – è in grado di offrire a chiunque un approccio al mondo della musica, in modo serio e professionale”.

Il presidente dell’associazione Glauco Cataldo, il fiorenzuolano Giampaolo Varani infatti si è espresso in questi termini: “E’ nostra intenzione proseguire nel cammino iniziato con la nuova gestione, un anno fa, e creare sempre più un centro di formazione e promozione della cultura musicale aperto a tutte le fasce di età che rappresenti un punto di riferimento per lo sviluppo del valore sociale che la musica sempre ha avuto nei nostri territori. Per questo auspichiamo e lavoriamo per la creazione di una rete di scuole e realtà culturali delle Terre Verdiane e delle province di Piacenza, Parma e Cremona, che costituisca un coordinamento per la cultura musicale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà