Petardo alla manifestazione, condanna a 2.500 euro di multa

13 Maggio 2013

Dieci giorni di arresto e 70 euro di multa: convertiti in 2.500 euro rateizzati. E’ la pena inflitta ieri in Tribunale al manifestante accusato di avere lanciato un grosso petardo durante una manifestazione sindacale del settembre 2011 contro il Governo. Della vicenda si è parlato davanti al giudice Elena Stoppini, pubblico ministero era Giulio Massara, l’imputato è difeso dall’avvocato Emanuele Solari. Il pm ha concluso la sua requisitoria con una richiesta di condanna a un mese e 100 euro di multa. Il difensore da parte sua ha sottolineato come il petardo lanciato dal suo assistito non sia da classificarsi come materiale esplodente essendo in libera vendita in un negozio cittadino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà