Frane, 236 segnalazioni in due mesi. Tavolo in Provincia per definire le priorità

15 Maggio 2013

Le frane del territorio provinciale si sono rimesse in movimento: le segnalazioni sono salite a 206. «C’è un’emergenza e non si ha la minima idea di quando vi si potrà mettere mano per sanarla – commenta il sindaco di Bettola, Sandro Busca -. Si è aperta una nuova frana, a Riglio, siamo fortemente preoccupati, soprattutto per il settore agricolo: ci sono strade ancora chiuse, i trattori non riescono a passare nelle strade alternative, sono mezzi pesanti, rischiano di impantanarsi». «Ho già preso contatti con Gianfranco Larini del Servizio tecnico di bacino – replica l’assessore provinciale Massimiliano Dosi -, entro la prossima settimana sarà convocato il tavolo richiesto dalla Regione per valutare insieme l’ordine delle priorità».
Sono 133 le segnalazioni di dissesti piacentini, secondo l’ultimo report di Protezione civile diffuso ieri. A queste si aggiungono settanta criticità idrauliche, tre strade interrotte. I danni stimati in Emilia-Romagna ammontano a oltre 171 milioni di euro in Emilia-Romagna (140 per le frane e 30 per il tornado). Il 27 maggio i sindaci dei Comuni lungo la statale 45 si riuniranno in Provincia per chiedere interventi a Barberino di Bobbio e a Bellaria di Rivergaro, dove una frana attiva continua, in entrambi i punti, a “mangiare” terreno sotto all’asfalto.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà