Scoprire le nostre radici dal dna: 600 campioni raccolti all’adunata. Ora le analisi

15 Maggio 2013

Creare una mappa genetica che individui le somiglianze e le differenze tra le popolazioni delle diverse regioni di Italia e più in generale tra coloro che vivono sul Mediterraneo. E’ il senso della ricerca che stanno portando avanti all’università di Pavia e che nello scorso week-end ha ricevuto un grosso contributo dall’adunata degli alpini, ai quali è stato individuato il dna attraverso alcuni sciacqui con il collutorio. Circa 600 i campioni raccolti sullo stand sul Pubblico Passeggio che vanno ad arricchire un archivio di 4.000 prelievi già in laboratorio. La ricercatrice Anna Olivieri ci ha spiegato che con il materiale a disposizione oggi, sono rappresentate praticamente tutte le zone di Italia. Le analisi, che consisteranno in elaborati test genetici, iniziano ora. Tra un anno sono attesi i risultati.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà