Cgil, Cisl e Uil uniti per rilanciare l’azione sindacale. Sabato 1° giugno a Bologna insieme

20 Maggio 2013

Tornano ad una piattaforma sindacale e industriale unitaria i tre sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil che hanno riunito i delegati di tutte le categorie attive e dei pensionati alla Camera del Lavoro, gremito con oltre 300 persone.

Obiettivo rilanciare l’azione sindacale e preparare una grande partecipazione per la manifestazione unitaria in programma sabato 1 giugno a Bologna. La mobilitazione si concluderà in piazza Maggiore con l’intervento dei segretari regionali. Paolo Lanna, segretario generale della Cgil di Piacenza, Marina Molinari, segretario territoriale della Cisl di Piacenza e Massimiliano Borotti, segretario confederale della Uil erano tutti insieme dietro al banco della presidenza dell’assemblea che ha visto un’ampia partecipazione.

L’assise – conclusa dal segretario regionale Cisl, Giorgio Graziani – ha preso le mosse dal documento unitario licenziato dai gruppi dirigenti di Cgil, Cisl, Uil che sono tornati all’unità d’intenti e di mobilitazione dopo anni di rapporti non proprio idilliaci. “La riforma del fisco è la riforma delle riforme – è stato detto ieri – deve mettere in tasca soldi ai dipendenti e ai pensionati e deve dare respiro alle imprese attraverso il cuneo fiscale con agevolazioni mirate a chi assume e investe”. Anche l’aumento dell’Iva previsto per luglio è entrato prepotentemente negli interventi: “E’ un elemento recessivo e porterebbe alla perdita del potere d’acquisto di lavoratori e pensionati”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà