Raduno sinti, in arrivo 300 roulotte: “Preghiera e riflessione”

20 Maggio 2013

Luca Seger, pastore evangelico sinti

Sono 300 le roulotte attese a Piacenza per partecipare al raduno religioso dei sinti organizzato dalla Missione evangelica zigana, che per l’ottavo anno consecutivo ha scelto la nostra città come luogo in cui ritrovarsi. Il grande piazzale di via Nadotti, in pieno polo logistico, ospita già da qualche giorno il maxi-tendone blu sotto il quale si svolgono tutti i momenti di preghiera: il primo alle 6 del mattino, poi quello più partecipato delle 8 e nel corso della giornata tanti altri, rivolti in particolare a bambini, giovani e donne. Alle 20.30 l’appuntamento clou, che richiama più di mille persone da tutte le regioni del nord Italia. Sarà così fino al 27 maggio. Gli organizzatori invitano di nuovo tutti i piacentini a partecipare ai momenti di preghiera o a passare da via Nadotti anche solo per vedere di persona il raduno che tanto sta facendo discutere: “Siamo aperti a tutti – spiega Luca Benjamin Seger, pastore evangelico – chiunque può venirci a trovare per pregare, ascoltare la Bibbia o semplicemente per conoscerci. E’ un normalissimo appuntamento religioso, spiace che il fatto che siamo sinti abbia suscitato tanto clamore. Nessuno giudica negativamente gli italiani per quella minoranza mafiosa che purtroppo è presente nel nostro Paese, allo stesso modo noi non vogliamo essere etichettati per quei sinti che non si comportano bene. Siamo qui per pregare e riflettere”.

L’invito è stato esteso anche alla Lega nord, che nei giorni scorsi aveva annunciato di voler alzare le barricate per evitare lo svolgimento del convegno dell’Adimez. A quanto pare, però, i vertici del Carroccio non hanno intenzione di accettarlo, continuando a criticare la presenza dei sinti nella nostra città.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà