Finte maghe truffano decine di persone, tre arresti

22 Maggio 2013

 

Associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni di decine di persone, in carcere un quarantenne foggiano residente a Piacenza su ordinanza del tribunale di Frosinone. Arrestate dai carabinieri anche la convivente e una piacentina, M.B., di 41 anni. Entrambe sono ai domiciliari. L’uomo, G.S., è ritenuto il perno di un sistema di raggiri legato all’esoterismo: le donne-maghe si facevano pubblicità su riviste del settore, ricevevano telefonate di cittadini che chiedevano aiuto per risolvere problemi di salute, lavoro e di cuore. Secondo le accuse i tre creavano sudditanza psicologica nelle vittime, minacciando malefici e malattie nel caso le persone non continuassero con i consulti, che spesso avvenivano al telefono e solo raramente di persona (mai a Piacenza). L’indagine è il seguito di una prima operazione che nei mesi scorsi aveva già visto finire in manette la convivente del foggiano per gli stessi reati.  I clienti chiamavano da tutta Italia, trovando il numero delle maghe su riviste del settore. Il caso più eclatante riguarda una donna di Frosinone, raggirata per 200mila euro, negli altri si parla di cifre che vanno da 1.500 a 7.500 euro.  Sequestrate cassette postali con circa 200mila euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà