Orti pubblici, 60 persone in lista d’attesa. Il Comune pensa a nuove aree

22 Maggio 2013

Curare la terra, sudarla, stare insieme d’estate ed inverno uniti dalla stessa passione che li legava in gioventù. Sono questi gli ingredienti che danno vita agli orti comunali: circa 84 gli assegnatari piacentini nelle aree di via Degani, via Boselli, via Einaudi, Santa Maria di Campagna. In quest’ultima a gestire i lavori è soprattutto un’associazione. Infine c’è il parco di Montecucco, dove a lavorare i terreni ci sono anche due giovani. Altre sessanta persone sono in lista d’attesa per poter prendersi cura di appezzamenti che variano tra i 40 e i 60 metri quadrati. Il Comune medita di potenziare l’offerta creando nuovi orti nel quartiere 4, tra le iniziative al via anche la donazione delle sovraproduzioni agli Enti di solidarietà per aiutare in un momento di crisi i più bisognosi. Maltempo e qualche sgradita incursione dei vandali sono le tegole sull’attività che richiede fatica, ma dà grandi soddisfazioni e soprattutto regala unici momenti di convivialità e aggregazione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà