Provincia

Pneumatici abbandonati, dopo 10 anni Fiorenzuola se ne libera

22 maggio 2013

La firma dell’accordo di bonifica tra il Comune di Fiorenzuola e il consorzio EcoTyre

Fiorenzuola si libera dopo 10 anni della montagna di pneumatici abbandonati nella zona produttiva San Bernardino, dove ancora oggi è presente il deposito abusivo finito persino su Striscia la Notizia. E proprio Capitan Ventosa, inviato della trasmissione di Canale 5 è atteso a minuti alla firma dell’accordo tra il Comune di Fiorenzuola e il consorzio EcoTyre che si occuperà della bonifica. L’autorizzazione alla bonifica dei Pfu (pneumatici fuori uso) avviene nella sala dell’orologio del Comune, dove intervengono il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani e il presidente del consorzio Eco Tyre Enrico Ambrogio. Sono 2.500 le tonnellate di pneumatici abbandonati e che saranno rimossi dal deposito dove erano stati accumulati abusivamente da una ditta non fiorenzuolana, sia nell’area interna che in quella esterna di un capannone preso in affitto (il proprietario aveva fatto causa alla società). I pneumatici fuori uso verranno poi recuperati dal consorzio EcoTyre. Il trasporto avverrà su mezzi pesanti, che non andranno ad impattare sul traffico nel centro abitato, perché la zona industriale si trova nei pressi della tangenziale (il consorzio ha sede a Modena). Il costo per l’amministrazione comunale sarà pari a zero, quindi la bonifica non peserà sulle tasche dei cittadini.

“Tutto questo – ha affermato il sindaco Compiani – è stato possibile grazie all’intervento di Striscia la Notizia che ha raccolto la segnalazione dei cittadini”. EcoTyre ha deciso di bonificare l’area di San Bernardino perché le 2.500 tonnellate di pneumatici, ovvero 300mila pezzi, sono recuperabili al 100% per realizzare tappetini o anche parchi giochi per bambini e per i sottofondi stradali. La bonifica durerà 90 giorni lavorativi, il via questa mattina, è già stato caricato il primo container. Verranno effettuati 300 trasporti. Atteso sul posto Capitan Ventosa di Striscia la Notizia, che si era occupato del servizio.

Capitan Ventosa: “Via uno scempio”. Timori per una colonia di gatti
Luca Cassol, Capitan Ventosa in borghese, ha espresso ai microfoni di Telelibertà la soddisfazione per l’intervento: “Una liberazione per Fiorenzuola, che perde uno scempio, totalmente recuperabile”. L’inviato di Striscia ha ricordato che il servizio televisivo che ha dato il via all’intervento risale a solo un mese fa. A vigilare sui lavori anche le volontarie dell’associazione Miciobau, preoccupate per una colonia di gatti nata e cresciuta nella zona.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Provincia Val D'Arda Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE