Anga: raccolta fondi generosa, il ricavato alla Casa Famiglia

24 Maggio 2013

La sezione Piacentina di Anga, l’Associazione dei giovani di Confagricoltura, ha consegnato alla Casa Famiglia di Fiorenzuola il contributo raccolto nei mesi invernali. Tradizionalmente Anga sostiene raccolte fondi benefiche e da tre anni a questa parte destina il ricavato ad una realtà del nostro territorio: la casa Famiglia Madre Teresa di Calcutta alle porte di Fiorenzuola. La casa famiglia, che i coniugi Enzo Zerbini e Orietta Fummi crearono 18 anni fa, è parte della comunità Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi. Vi abitano 11 persone, ma la casa è stata aperta ad almeno 60 persone. La raccolta di fondi promossa da Anga è un contributo per il progetto di allargamento della casa famiglia, a cui sono state aggiunte alcune camere da letto, per permettere una migliore accoglienza. Oggi nella Casa famiglia abitano, oltre ad Enzo e Orietta, don Adamo Affri, che è anche il cappellano del carcere delle Novate, bambini, ragazzi ed alcuni adulti.

“Abbiamo deciso di mantenere il legame con la Casa Famiglia di Fiorenzuola – sottolinea Luca Segalini Presidente della sezione Piacentina di Anga, – il nostro piccolo contributo andrà al progetto di ampliamento che ha ancora bisogno di fondi per essere ultimato. Con la famiglia allargata che vive in quella casa abbiamo stretto un legame d’amicizia e di condivisione. Non è necessario attraversare il mondo per trovare chi ha bisogno della nostra attenzione, oggi purtroppo le persone in difficoltà sono sempre più numerose, per fortuna, anche accanto a noi, troviamo chi, come i coniugi Zerbini – Fummi della casa famiglia, dedica la vita a migliorare quella altrui. E’ un messaggio, quello trasmesso attraverso l’esempio della vita quotidiana, che non ci può lasciare indifferenti. In effetti, – prosegue Segalini – il nostro progetto di solidarietà è divenuto contagioso e quest’anno, nonostante il momento di crisi, abbiamo oltrepassato il record di proventi. Tutti sono stati generosi, ma un grazie speciale va proprio a quelle aziende Associate a Confagricoltura e sono state diverse, che hanno devoluto gratuitamente i loro prodotti. Questi sono poi stati distribuiti in cambio di un’offerta e sono divenuti duplice occasione di dono: per chi li ha ricevuti e per la Casa Famiglia. Per ricordare il contributo di Anga – conclude Segalini – ci è stato chiesto di consegnare una targa che è stata affissa in casa”.

Il momento della consegna non è stato formale e si è trasformato in un incontro di condivisione: il presidente – Luca Segalini, il presidente di Confagricoltura – Enrico Chiesa, la segretaria di Anga Piacenza – Sabrina Anaclerio, insieme ad una delegazione di Anga sono stati accolti nella casa famiglia, hanno partecipato alla Santa Messa ed alla cena in compagnia che ne è seguita.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà