Rifiuti in Valdarda. Lega e 5 stelle chiedono un incontro con Buzzi Unicem

28 Maggio 2013

L’asse Lega Nord – Movimento Cinque Stelle chiama a raccolta politica e vertici Buzzi Unicem sulla richiesta del cementificio di incenerire derivati di rifiuti urbani in Valdarda (Piacenza). Dopo aver raggiunto – con la convergenza dei pentastellati – il numero di firme necessario per richiedere la convocazione congiunta di tre commissioni, il Carroccio in questi giorni è tornato in pressing sui presidenti dei singoli organismi per ottenere subito una data in cui discutere dell’argomento, alla presenza dei massimi dirigenti Buzzi Unicem, chiamati in audizione.  In questi giorni i presidenti delle commissioni Franco Grillini (‘Politiche economiche’), Monica Donini (‘Salute’) e Damiano Zoffoli (‘Territorio e ambiente’) hanno ricevuto dal Carroccio un formale sollecito a convocare quanto prima la seduta.  “E’ dal 18 aprile scorso – spiega il consigliere leghista Stefano Cavalli – che la Regione è tenuta a convocare le commissioni, essendoci una richiesta formale agli atti, sottoscritta da più consiglieri. Siamo stupiti da tanto temporeggiare su un tema delicato come quello della salute pubblica. Questa è la politica dai tempi biblici che non ci piace”. “Vogliamo che tutti siano informati sui dettagli di richieste come quella avanzata dalla Buzzi, che hanno inevitabili effetti per la popolazione. Da decenni la Valdarda deve convivere con un cementificio. Pretendiamo quindi una relazione chiara e trasparente sulle richieste dell’azienda. Non accettiamo percorsi al buio. In gioco c’è la salute di un’intera vallata. E non solo”.
Cavalli sollecita inoltre “l’immediata diffusione dei dati del registro tumori” attivo da tre anni grazie all’iniziativa della consigliera provinciale Danila Pedretti. “I tempi sono maturi per un primo bilancio sulle rilevazioni del monitoraggio, che chiediamo venga reso pubblico” sollecita Cavalli.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà