Assalto al deposito di Seta: svuotate 40 macchinette per 8mila euro

30 Maggio 2013

Quaranta autobus di Seta che si trovavano nel deposito di via Arda sono stati letteralmente presi d’assalto stanotte dai ladri: i soliti ignoti si sono concentrati sulle macchinette che emettono i biglietti, svuotandole delle monetine che conservavano al loro interno. In totale sarebbe stata portata via una somma superiore a 5mila euro, a cui però si deve aggiungere l’ingente danno provocato proprio dalla rottura delle macchinette, quasi tutte fuori servizio per i prossimi giorni. I ladri sono entrati nel deposito passando da via Finarda, tagliando la rete di recinzione.

Proprio Seta ha spiegato con un comunicato ufficiale quanto accaduto: “Questa notte, eludendo il servizio di vigilanza notturna, ignoti hanno divelto parte della recinzione metallica del deposito aziendale di via Arda, penetrando all’interno e manomettendo diverse decine di emettitrici automatiche presenti a bordo dei bus parcheggiati nel piazzale. Del fatto si sono accorti questa mattina gli operatori d’esercizio che si apprestavano a prendere servizio: quasi tutte le apparecchiature di bordo presentavano segni evidenti di scasso prodotti da scalpelli o leve, alcune erano con lo sportello aperto ed il cassettino portamonete asportato o seriamente danneggiato. Considerata l’impossibilità di sostituire o togliere le apparecchiature senza ritardare la partenza del servizio, si è deciso di far partire i mezzi anche se con le emettitrici fuori uso. L’azienda ha immediatamente allertato le forze dell’ordine ed ha sporto denuncia contro ignoti. Nel pomeriggio è stata effettuata una stima dei danni subiti che – tra l’incasso asportato ed i costi previsti per il ripristino delle macchinette danneggiate – è quantificabile in circa 8mila euro, fortunatamente coperti da specifica assicurazione. Vista l’entità del danno subìto ed i tempi tecnici per il pieno ripristino di tutte le emettitrici danneggiate, per alcuni giorni sui mezzi del servizio urbano e suburbano di Piacenza potrà verificarsi l’impossibilità di effettuare l’acquisto del biglietto a bordo: si chiede quindi la collaborazione da parte degli utenti per munirsi di idoneo titolo di viaggio prima di salire sui bus”.

L’azienda ricorda che a Piacenza sono presenti ben 230 rivendite autorizzate (circa 100 in città e 130 in provincia), per cui non dovrebbero esserci particolari difficoltà nel reperire agevolmente i biglietti anche a terra. Per il servizio suburbano, inoltre, sarà possibile acquistare il biglietto a bordo direttamente dall’autista, come già avviene per il servizio extraurbano. Infine, fino a completamento delle operazioni di ripristino delle emettitrici, personale di Seta sarà dislocato sulle linee principali con funzioni di assistenza agli utenti e di vendita dei biglietti a bordo alle tariffe previste per l’acquisto a terra.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà