Il dialetto piacentino torna in teatro. Primo appuntamento sabato 1 giugno

30 Maggio 2013

Il dialetto piacentino torna a essere parlato in città. O meglio torna sul palcoscenico. Il merito è tutto della rassegna dialettale “In Piacentino” promossa dall’Anspi Domus in collaborazione con il Comune di Piacenza e la Famiglia Piasinteina che propone una serie di appuntamenti con commedie e bozzetti teatrali in vernacolo che vedranno salire sul palco la Famiglia Piasinteina. La kermesse, tutta in programma in via Vescovado, prende il via sabato 1 giugno e mette in calendario tre appuntamenti, come hanno annunciato in municipio l’assessore Tiziana Albasi, Marilena Massarini, Milly Morsia e il rappresentante di Anspi Domus Michele Argenti: l’1 giugno è in programma “L’anima di Piacenza. Poesia, aneddoti e curiosità sulla Piacenza popolare” a cura dell’esperto di dialetto Luigi Paraboschi in collaborazione con Marilena Massarini e Milly Morsia; il 6 giugno è prevista la rappresentazione di “Una dominca da ricurdà”, testo di Samy Fayad a cura dell’Allegra Combriccola di Borgonovo diretta da Francesco Romano, mentre l’8 giugno toccherà alla Famiglia Piasinteina mettere in scena “L’ostaria d’la bella Luigia. Scene popolari piacentine di Valente Faustini”  in ricordo di Franco Fiocchi e sotto il coordinamento artistico di Pino Spiaggi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà