Via l’amianto, un tetto nuovo per gli alloggi Acer di Caorso

31 Maggio 2013

Caorso, case Acer. Tetto d’amianto rifatto. Com’è oggi

Nel giorno della festa di vicinato, si inaugura a Caorso un nuovo intervento Acer alla presenza del presidente Giorgio Cisini, del vice Patrizio Losi, del geometra Acer Attilio Pighi, del sindaco di Caorso Fabio Callori, dell’architetto Cavalli. Rimozione della copertura in cemento-amianto, pulizia del canale di gronda, realizzazione di un nuovo tetto composto da 5 lastre ondulate in fibrocemento ecologico, con relativa impermeabilizzazione per lo scolo delle acque piovane dell’immobile Erp di Caorso in via Brodolini angolo via Gramsci. E’ la sintesi del completamento dei lavori – iniziati nel mese di novembre 2012, per una durata di circa 1 mese e mezzo – messi in campo da Acer che ha provveduto con il suo personale tecnico e amministrativo alla progettazione, all’appalto, nonché alla direzione dei lavori.

“L’intervento – spiega il presidente di Acer Giorgio Cisini – si è reso necessario in quanto le lastre di cemento-amianto erano deteriorate al punto da creare fenomeni di infiltrazione agli alloggi sottostanti. La bonifica è risultata indispensabile in seguito ad una valutazione oggettiva dello stato di conservazione del materiale nel rispetto delle Linee Guida della Regione Emilia Romagna. Con il nuovo contratto solidale con i Comuni piacentini riusciamo a compensare le difficoltà aiutando i più deboli”.

Il costo complessivo per la realizzazione dell’intervento è stato pari a circa 58.800 euro.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà