Festa della Repubblica, le celebrazioni del 67° anniversario

02 Giugno 2013

20130602-070455.jpg

Una cerimonia sobria e partecipata per festeggiare i 67 anni della Repubblica Italiana. Questa mattina in una piazza Cavalli assolata e festante, dopo l’alzabandiera e il dispiegamento delle rappresentanze delle Forze Armate, il prefetto Antonino Puglisi ha letto il messaggio del capo dello Stato Giorgio Napolitano che ha spronato il mondo politico e amministrativo a reagire alla crisi e alla dilagante disoccupazione giovanile. Durante la cerimonia sono state consegnate le onoreficenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana a cinque cittadini che hanno dimostrato la loro devozione alla patria. Il carabiniere Giuseppe Abbondanza, il poliziotto Angelo Giannatiempo, il dottor Luciano Rosini, la biologa Maria Letizia Meringolo e la direttrice della casa circondariale di Piacenza Caterina Zurlo sono diventati, tra ringraziamenti e commozione, Cavalieri della Repubblica. Come ogni anno sono state consegnate inoltre le medaglie d’onore alla memoria dei piacentini deportati nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale: quest’anno sono stati premiati Giovanni Malchiodi e Teresio Vercesi.

NOTIZIA DELLE 6
In Italia il 2 giugno si celebra la nascita della Repubblica. Nel 1946 il Paese, attraverso un referendum istituzionale, scelse la repubblica e i monarchi di casa Savoia esiliarono.

In occasione delle celebrazioni del 2013, dal presidente Giorgio Napolitano giunge ai prefetti l’invito alla sobrietà nei festeggiamenti.

A Piacenza la celebrazione inizia alle 10.30 in piazza Cavalli con l’alzabandiera e la lettura del messaggio del Capo dello Stato.
A seguire si procede alla consegna delle onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e delle medaglie d’onore, concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e ai familiari dei deceduti.
Nel pomeriggio apertura alla cittadinanza del palazzo del Governo, in via San Giovanni, per visita guidata gratuita.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà