Calciomercato, Sasà Bruno: “Mi piacerebbe chiudere a Piacenza”

07 Giugno 2013

Ad ogni calciomercato, sempre la stessa storia: il nome di Salvatore Bruno, meglio noto come Sasà, è accostato a quello del Piacenza Calcio. Certo, la moglie pianellese e un’abitazione a Rottofreno, giocano a favore per questo tipo di voci. Parliamo di un giocatore da quasi cento gol in serie B, mica noccioline. Un bomber classico, di quelli che in questo Piace starebbe come il tartufo sulle uova: giocatore non più giovanissimo (classe 79), che in serie D rappresenterebbe una sorta di dichiarazione di guerra a tutte le rivali in campionato.
“Sì, a Piacenza giocherei molto volentieri – dice l’attaccante raggiunto telefonicamente -, mi piacerebbe terminare in biancorosso la mia carriera e potermi così riavvicinare a casa”. Quando pensiamo ormai ad una sorta di dichiarazione d’amore, ad un Bruno quasi in procinto di offrirsi senza mezzi termini alla società dei fratelli Gatti, ecco arrivare un “però”.
“Ho ancora un obiettivo in carriera – dice Bruno -: riuscire a centrare il traguardo dei cento gol in serie B. Con i sette messi a segno a Castellamare di Stabia, sono arrivato a quota 98: spero possa arrivare ancora una chiamata dalla cadetteria”.
E se non arrivasse? Potrebbe essere Piacenza la destinazione di Bruno? Il centravanti ride, ci pensa su e poi dice: “Vedremo, per ora penso ai cento gol, ma a Piacenza, prima o poi, verrò a giocare”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà